Blog

aereo-neonato

I consigli per viaggiare in aereo con i bambini

Continuano i consigli del nostro team Mum&Kid su come affrontare l’estate con i più piccoli. Oggi parliamo del primo viaggio in aereo, un’esperienza certamente emozionante, ma che ha bisogno di alcune accortezze.

La maggior parte delle compagnie aeree accetta i neonati anche di pochi giorni. 

E’ però utile valutare con attenzione l’opportunità di far viaggiare in aereo un bambino appena nato: il viaggio in aereo può risultare disturbante per un bambino molto piccolo a causa del rumore, degli sbalzi di pressione e della temperatura all’interno della cabina. Occorre anche considerare che la circolazione dell’aria all’interno dell’aereo è limitata e che quindi, come in tutti gli ambienti affollati con scarso ricambio d’aria, è più facile contrarre malattie virali, in particolare dell’apparato respiratorio.

In generale, se il neonato è in buone condizioni di salute e non ha problemi respiratori o cardiaci di fondo può viaggiare in aereo. In presenza di problemi di salute è sempre opportuno contattare prima il proprio pediatra. In presenza per esempio di un’infezione all’orecchio in atto è opportuno rimandare il viaggio.  Forti raffreddori o muco potrebbero acuire il mal di orecchio e aumentare il rischio di complicazioni. 

Potrebbero essere utili i tappi per le orecchie se i livelli di rumore della cabina fossero troppo elevati. 

Le orecchie sono particolarmente sensibili ai cambi di pressione. Al decollo e alla partenza potrebbero presentarsi fastidi o sensazioni di orecchio tappato. 

Inoltre ricordatevi di portare tutto il necessario per la preparazione del latte.

Continuate a seguirci per tanti altri consigli!

Il team Mum&Kid di Advanced Osteopathy Clinic invita i genitori dei bambini da 0 a 8 anni a una seduta di SCREENING OSTEOPATICO NEONATALE E INFANTILE a un prezzo agevolato sabato 20 novembre (mattina).

Per info e prenotazioni